Non innamoratevi di una donna che ama i cani!

Perchè si dice "Non innamoratevi mai di una donna che ama e conosce i cani?"

non_innamoraratevi_donna_cani

Non innamoratevi mai di una donna che ama e conosce i cani. Lei è pazza.
Lei crede nell’amore vero. Crede che tornando da lavoro ci sia qualcuno che nonostante la giornata pesante sia lì, ad aspettarla per baciarla.

Crede che un buon piatto o una passeggiata all’aperto possa rendere felice.

Crede fermamente che come i lupi, il suo compagno possa amare veramente per tutta la vita.

Lei, stupidamente, ama ascoltare infiniti silenzi.

Ti insegnerà come trovare la felicità in una carezza. Come esaltare la semplicità delle piccole cose. Come la vita quando c’è un branco affiatato possa anche piegarti, ma non riuscirà mai a spezzarti.

Lei crede che la fedeltà non sia un dovere, ma una cosa naturale.

Non innamorati mai di una donna che ama i cani.

Sa capire prima che tu glielo dica se c’è qualcosa che non va.

Scopre cose che neanche tu sapevi proprio come un segugio.

Sa essere dolce come un cucciolo ma combattiva come un lupo.

Lei ha scoperto cose dai cani che aveva letto solo nelle favole e pretende di ritrovarle in te.

Quindi se non ne sei all’altezza non entrare mai a far parte della sua vita.

Sa perdonare ma non riesce a dimenticare. E se ti ci innamori, sappi che sei fottuto, perché potrai provare a dimenticarla, ma continuerai a cercarla negli occhi di tutte le altre.

Non innamorati di una donna che conosce i cani, ti mancheranno i suoi silenzi, i suoi danni, ti mancherà la sua presenza fatta di piccoli gesti. Dei più insensati. Perché l’amore di un cane è la perfezione, e lei, cercherà di trovarlo. Ma senza ombra di dubbio, sarà in grado di donarlo.

Sa essere dolce come un cucciolo ma combattiva come un lupo.

Lei ha scoperto cose dai cani che aveva letto solo nelle favole

e pretende di ritrovarle in te.

Quindi se non ne sei all’altezza

non entrare mai a far parte della sua vita.

Sa perdonare ma non riesce a dimenticare.

E se ti ci innamori, sappi che sei fottuto, perché potrai provare a dimenticarla, ma continuerai a cercarla negli occhi di tutte le altre.

Non innamorarti di una donna che conosce i cani,  ti mancheranno i suoi silenzi,

i suoi danni, ti mancherà la sua presenza fatta di piccoli gesti.

Dei più insensati.

Perché l’amore di un cane è la perfezione, e lei, cercherà di trovarlo.

Ma senza ombra di dubbio, sarà in grado di donarlo”.

Riportiamo questa bellissima e vera lettera trovata nel web. Non abbiamo scoperto chi è l’autrice se mai volesse contattarci sarà un piacere per noi citarla e farle i complimenti!

 

La famiglia aumenta: quando si decide di prendere un secondo cane o gatto

cani-gatto

La famiglia aumenta con l’arrivo di un nuovo membro: cane o gatto

Confesso che mi piacerebbe aumentare la mia famiglia e prendere un altro cane. Il problema che mi pongo, come tante altre persone che hanno già un cane, è il seguente: Giada, la mia cagnolina di 9 anni, accetterebbe un altro membro della famiglia? E’ preferibile un gatto, forse potrebbe accoglierlo con meno gelosie e problemi?

Leggendo diversi articoli sull’argomento mi sono soffermata ad analizzare la questione che vi racconterò in questo articolo.

Arriva un nuovo cane o un nuovo gatto!

Si tratta di una decisione importante che può condizionare il comportamento degli animali già presenti in casa. Spesso si pensa che l’arrivo di un nuovo cucciolo (cane o gatto) possa rallegrare il cane o gatto già present in casa, ma a volte, l’impatto è devastante. Il 4 zampe già presente si potrebbe infastidire e ed il nuovo arrivato rimanere confuso e insicuro nel suo nuovo ambiente.

L’ambiente va preparato con i giusti spazi per tutti: zona cibo, zona riposo, quella per il gioco… E’ importante che ognuno trovi il proprio “rifugio sicuro”.

Quando arriva un cane e in casa c’è un gatto (o viceversa)

E’ sempre meglio tener conto dell’età dei soggetti e quanto sono socievoli. Nel caso l’animale presente è un cane e il nuovo arrivato un gatto (o viceversa), inizialmente meglio tenerli in stanze separate, ma adiacenti. Il nuovo animale meglio collocarlo in una stanza, mentre quello già presente può girare liberamente per il resto della casa. Il secondo step è quello di tenere la porta aperta, in modo che si possano vedere.. meglio ancora però rimanere divisi magari da un cancelletto.

Quando arriva un cucciolo e l’animale presente è adulto

Non bisogna intervenire e interferire nella nascita della nuova convivenza. Ad esempio quando il cane adulto evita le insistenze di gioco del cucciolo, non è detto che non lo stia accettando, ma solo che tiene a distanza le sue insistenze. Anche se dovesse ringhiarlo, è il suo modo deciso per fargli capire di smettere le insistenze. Il nostro ruolo è solo quello di controllare per evitare che le intenzioni non diventino mai violente o aggressive.

Scambi di stanza

Gli scambi di ambienti tra i due animali sono utili per far socializzare e prendere confidenza con i rispettivi odori.

Momenti appaganti

Aiuta molto che i due conviventi si trovino insieme in situazioni appaganti per entrambi, ad esempio il momento della pappa o del gioco con noi.

Non lasciare , inizialmente, mai da soli i due nuovi “amici” fino a quando si è pienamente soddisfatti della loro convivenza.

Ricordiamoci, inoltre, che per i cani il cibo dei gatti è molto appetibile.. meglio quindi non lasciare mai a disposizione la ciotola del gatto a portata di zampa del cane!

Il Dog Massage di Alessandra Scatà

Abbiamo avuto il piacere e l’onore di organizzare, presso il nostro negozio, il corso di Dog Massage con Alessandra Scatà.

Alessandra Scatà, esperta massaggiatrice e SPA Manager si è perfezionata in India, dove ha vissuto per nove anni, e a San Francisco. Tornata in Italia, ha proseguito la pratica del Dog Massage guadagnandosi uno spazio televisivo nel programma “Detto Fatto” a Raidue, dove propone le lezioni di Dog Massage.

Che cosa è il Dog Massage?

E’ un modo consapevole di toccare e coccolare il proprio cane con massaggi effettuati per favorire il rilassamento praticando mobilizzazioni, sfioramenti e frizioni ed esercitando diversi tipi di pressioni a mano aperta la cui intensità varia a seconda del muscolo, della parte del corpo trattata, della taglia e del pelo dell’animale. Imparando e applicando la pratica del “Dog Massage” il cane potrà beneficiare di massaggi rilassanti, tonificanti, di preparazione all’attività sportiva e defanticanti post-attività fisica.

I cuccioli e i cani giovani impareranno a non temere di essere toccati (e il veterinario te ne sarà grato); i cani sportivi miglioreranno le loro performance e il rapporto e la simbiosi con il proprio conduttore; i cani anziani, bisognosi di maggiori cure e attenzioni, ne ricaveranno ottimi benefici.

“Ho seguito questo corso, percorso con grande interesse, mi è servito a migliorare le mie conoscenze “canine”!! .. Alessandra Scatà si è posta a noi, bel gruppo compatto, con grande professionalità e senza presunzione, con entusiamo e voglia di comunicare senza annoiarci! Ringrazio portamiconte (Federica e Francesca) per l’efficienza nell’organizzazione! “ – Francesca & Uilli

Seguiteci perchè a breve comunicheremo le date dei prossimi corsi!

Vivere con un 4 zampe allunga la vita!

Chi vive con 4 zampe diminuisce il rischio di soffrire di infarti o ictus

cane-allunga-la vita-portamiconte

Sappiamo già da tempo che i 4 zampe ci aiutano  a combattere alcuni problemi di salute come asma o allergie respiratorie. Sappiamo che sono fondamentali come supporto emotivo-psicologico. Da oggi si aggiunge un’altra entusiasmante scoperta: allungano la vita!

Infatti la rivista Scientific Reports ha riportato che un amico a 4 zampe diminuisce il rischio di soffrire di infarti o ictus, si parla di un rischio di morte inferiore del 33%.

Questa scoperta è stata possibile grazie ad uno studio eseguito dall’Università di Uppsala, in Svezia.

Lo studio è stato eseguito  analizzando la salute di oltre 3,4 milioni di svedesi (di età compresa tra i 40 e gli 80 anni) lungo un periodo di 12 anni e privi di patologie nel periodo precedente a quello monitorato. Si sono prese in considerazione tutte le variabili compresa la convivenza con un cane.

“Stando ai nostri dati, per i single il possesso di un cane diminuisce del 33% il rischio di morte e dell’11% quello di soffrire di malattie cardiovascolari. E l’effetto risulta massimo se il cane in questione appartiene a una razza selezionata originariamente per la caccia” spiega Mwenya Mubanga, una delle ricercatrici dell’Università di Uppsala.

Qual è la spiegazione?

Vivere con un 4 zampe è un fantastico antidoto contro la solitudine. Il cane ci fa compagnia e ci porta ad uscire, ad avere relazioni (questo vale anche la persona più diffidente e burbera), ad occuparci di un essere vivente, fare passeggiate nei parchi, ecc.

Il cane aumenta la nostra attività fisica perchè favorisce il movimento ancora di più se si tratta di razze particolarmente attive.

Inoltre lo stile di vita influenza la composizione e la diversità della flora intestinale e tra gli stili di vita può rientrare anche il fatto di ospitare o meno in casa un cane. 

Ultimo ma non meno importante è l’aspetto legato all’affetto che ci riserva il nostro cane garantendo benessere psicologico.

Noi aggiungiamo che vivere con un 4 zampe rende più felici! 😉

a cura di Federica Ragni